Mancata sazietà

L'amore sazia.
L'amore sazia la fame di quasi tutto, riempie e soddisfa, consola e protegge.
Senza amore non c'è fame che possa essere placata, né col cibo, né con nevrosi compulsive, né tenendo illusoriamente tutto sotto controllo.
L'assenza d'amore è come pioggia che piove dentro un involucro vuoto, e tuoni che rimbombano senza fare rumore. Senza che nessuno senta quel rumore.
L'assenza d'amore rende la vita più breve d'un battito di ciglia, toglie la terza dimensione, scolora l'orizzonte.
Forse, talvolta, ho gli occhi tristi e taglienti di chi conserva un desiderio incessante d'amore. Di chi ricorda gli effetti dell'amore ma non il sentimento, nella carne.
Sono passata dall'idealizzare l'oggetto d'amore a idealizzare l'amore stesso. Totalmente preda della teoria e dimentica della pratica.
La colpa è mia, credo.
Della terra brulla che sono diventata, faticosa da arare, rischiosa da mettere a frutto.
La colpa è la causa persa che sono diventata.
Lo spartiacque tra la felicità e l'infelicità è l'albeggiare d'un amore, in lontananza, appena percettibile dal campo visivo.
Aspetto questo.
Perchè vengono esauditi anche i desideri di chi semplicemente desidera, senza sbracciarsi.

15 commenti

  1. utente anonimo
  2. utente anonimo
  3. utente anonimo
  4. utente anonimo
  5. utente anonimo
  6. utente anonimo
  7. utente anonimo
  8. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento