Sto mediamente “qualcosa”.

Una volta non avevo problemi a mostrare i miei sentimenti, anche se ero e sono timida; che fosse amore, paura, preoccupazione, speranza, talvolta aggressività.
Negli ultimi mesi ho scoperto che una cosa l’avvocato me l’ha lasciata, una sola. Il terrore di chiamare qualcuno per condividere quello che sento, per timore di infastidire, di non essere capita, di essere -peggio- allontanata.
Si può togliere di più ad una persona che il consapevole valore dei suoi sentimenti??
L’ho sentito per mail perché il puntiglio di arrivare al nocciolo delle questioni mi è rimasto e mi sono sentita dire “a me serviva e serve una donna forte e in te non ho visto questa forza”.
Ora, chi mi legge e sa potrebbe dire che sono partita a spron battuto, percorso la Milano-Genova e, una volta giunta sotto il suo studio, aspettato con una clava in mano per vederlo uscire e riempirlo di bastonate sulla testa per abbassarlo di quei cinque centimetri che lo porterebbero di diritto nella categoria dei nani.
E invece no. Mi sono iscritta ad un sito di incontri. Io? Sì, io.
Dodici incontri in due mesi. Una Caporetto. Io non sono più io; coltivo il sospetto, metto in dubbio ogni parola, ho il terrore di essere un passatempo, una sfida, un gioco. Belli, brutti, poveracci e intelligenti. Idioti e ignoranti, astemi (!!) vegetariani (!!!), insomma, di ogni. Sempre con quella stramaledetta sensazione che niente fosse autentico.
Adesso sono alle prese con un sabaudo bello, alto, ricco, risolto, sempre sorridente, sostenitore che la vita te la crei tu, che la fortuna gli ha sempre arriso e vuole approfondire con me. Ed eccola la vocina: come stanare la magagna?? I tempi sono troppo veloci? Finirò per essere la ragazza del fine settimana -tremendo deja-vù? Come rintracciare la verità? Nel fatto che è stato volontario al telefono amico per dieci anni e ha fatto volontariato per altrettanti lustri?
Non ha nemmeno mai convissuto ed io sabato dovrei andare da lui e fermarmi lì così vediamo come va. Eh già, ottimo approfondimento.
Potrei prenderla alla leggera e chissenefrega. Invece no. Se elenco i motivi per cui non dovrei andare finisco domani….
Sbaglio?
E se sbaglio, dove?

17 commenti

  1. antonypoe
  2. LorenzoC
  3. poetasiriano
  4. Esse
  5. Ethel
  6. zoe

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento