Dei gne-gne-gne

Credo di essere in fase di regressione.
Non spero più in un amore travolgente, un amante appassionato, il cuore nel cuore di qualcuno.
Sento il bisogno di abdicare a me stessa perché la stanchezza ha vinto.
Sono tornata bambina, con le esigenze e le pretese di una bambina.
Voglio un uomo che si preoccupi per me. Che mi dimostri costantemente affetto, pensi al mio benessere prima di ogni altra cosa, rinunci ad un piacere per il mio, faccia sacrifici, mi vizi, magari mi mantenga.
Egoismo infantile senza filtri, dichiarato.
Sono una spugna secca, non posso più essere strizzata. In queste condizioni la sola persona che possa avvicinarsi a me è un masochista votato al soccorso o un uomo talmente strutturato, realizzato e risolto da non avere problemi a dare a fondo perduto.
Non avrei mai pensato di avere bisogno di cure più di quanto ne avessi di darne ma l’ultimo anno mi ha schiacciato come un chicco d’uva. Mi sento una profuga della vita.
C’è da vergognarsi a sentirsi così?

7 commenti

  1. antonypoe
  2. Ethel
  3. Ambra

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento