Archivio Autore

Dell’innaturale

Poi, improvvisamente, si aprono parentesi nella piccola oasi di pace che ti sei costruita. Parentesi che dovresti accogliere con un sorriso. Già, perché una nascita è sempre una benedizione. Una benedizione, come dicono le brave persone, le persone che sanno escludere l’emotività dal loro commento, che sono più mature di te, risolte, probabilmente. La figlia […]

Dei telegrammi

Per i pochi -pochissimi, presumo- che talvolta passano e affettuosamente o solo curiosamente si chiedono come io stia. Sono settimane che penso a quanto avrei da raccontare, a quanti pensieri abbia omesso di scrivere per semplice pudore o incapacità sopraggiunta di sintesi. Ci proverò, presto. Per il momento scrivo che sto bene. Bene davvero, intendo. […]

Delle vigilie (non quelle della fine del mondo)

E siamo quasi a Natale. Non sono tipo da auguri, nemmeno da festeggiamenti e sorrisi stampati sul viso. Non l’ho mai vissuto in modo convenzionale e spero di continuare a viverlo così. Ho imparato a non fare bilanci perché troppo spesso non sono finita nemmeno in pareggio e ho perso l’abitudine a fare numerosi progetti […]

Dei Natali remoti

Sbuccio un mandarino e metto le bucce sopra il termosifone. Mi ricordo quando era mia nonna a metterle sulla stufa, nel periodo di Natale. L’unica nonna che ho chiamato nonna, vissuta con la consuetudine di mangiare la gallina bollita e una scaglia di parmigiano solo la domenica. Mangio il mandarino e ti penso, Libra. Talvolta […]

Dei sentiti auguri

Poi ci sono quelli che ti hanno fatto del male. Eh già. Te ne ricordi tra un sorriso ed un ampio respiro, talvolta. Te ne ricordi in modo accidentale, perché, alla fine, quando stai bene resta poco tempo per pensare, valutare, rimuginare. Vivi e basta. Dicevo, ci sono quelli che ti hanno fatto del male. […]

Dell’imprevisto

Quest’anno mica è stato facile. Eh no. Intenso come un corso di sopravvivenza nella giungla amazzonica ed io odio il caldo e l’umidità tanto quanto odio la mia fallibilità in tema di intuizione. Ho dovuto ammettere di aver sbagliato, e più di una volta. Mi sono guardata allo specchio con molta poca indulgenza, e più […]

Degli ermetici aggiornamenti

E poi, improvvisamente, termina la discesa a valle dei pensieri. Termina la voglia di capire, quella di giustificare, quella di voltarsi e concedere un sorriso. Oggi è il turno della vita. Gesti, tanti, che si spiegano da soli. Sguardi, profondi, che scavano e fanno luce laggiù, dove ero finita, relegata nel torbido. Se esiste una […]

Delle ripartenze

A volte credo di potercela fare. Esco in terrazza, guardo il cielo, respiro l’aria di settembre e mi accorgo che respiro ancora, in fondo. Con la giusta dose di gocce riesco a dormire una manciata di ore, macino chilometri in bicicletta, accetto qualche invito per l’aperitivo. A volte credo di potercela fare. Mi dico che […]

Della menzogna

Non era amore. Il suo. Non era verità. La sua. Non era nemmeno Lui. Lui. Mi sono addormentata una sera di dicembre e mi sono risvegliata un sabato di fine agosto. Succede.

Delle potature

Certo che ho delle belle pretese, io. Non concepisco le mezze misure e non le tollero quando concepite dagli altri. Mi imbizzarrisco, do di matto, non scherzo. Sono come i bambini. Tutto o niente. Non sono tipo da mezzi sentimenti. Mezze verità. Mezzi impegni. Mezzi piaceri. Mezza fiducia. Mezza felicità o dolore. Io voglio l’intero, […]

Del (sano) egoismo

Quando la persona che ti ama ti consiglia di essere più egoista è perché ti ama davvero. Perché pensa al tuo bene, perché ti vuole anche bene. Ed io conosco la differenza tra amare senza voler bene e amare volendone molto. Qualcuno capirà, qualcuno no. Amen. Mi sono sentita dire sii più egoista respirando il […]

Dei lenti avvicinamenti

Ci sono, e grazie a chi si domanda come stia. Roba che manco nel quotidiano, da facce che dovrebbero essere familiari ed occhi che dovrebbero saper realmente scrutare, intenti a capire. Ci sono, la serenità resta una questione di distanze: la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice. […]

Dei difetti

I difetti sono l’aspetto più divertente e stimolante di un essere umano. A differenza dei pregi trascinano una persona fuori dall’invisibilità e dall’insipidità nelle quali certi pregi le ficcano. Sei buono, altruista, simpatico? Ok. Però se ti scopro affilato e preciso al limite della puntigliosità mi incuriosisco di più. Sei una fortezza medievale, strutturata e […]

Del mio posto

Ho bisogno di futuro, un disperato bisogno di futuro. Così attenta ai bisogni altrui mi scopro bisognosa di ogni cosa, improvvisamente, la bocca spalancata, come un uccellino. Momenti di vulnerabilità assoluta, in cui provo compassione per me stessa. E poi rabbia. E, ancora, tenerezza. Perfino amore. Provo tutto quello che vorrei qualcuno provasse per me, […]

Delle ri-cadute

Se pensavate di non leggere più di paturnie e fisime mentali vi sbagliavate. Sono fagocitata dal pensiero che, alla fine, pur avendo sempre tentato, ho sempre fallito, e non è scritto in nessun dove che questa non sia l’ennesima volta in cui ciò accada. Esiste un modo per fallire meglio e renda accettabile il fallimento? […]

Delle conferme

…E poi ci sono giorni come questo in cui allunghi una mano e non trovi niente da stringere, niente che ti stringa. Giorni in cui avresti bisogno di una dimostrazione nitida e invece senti freddo, seduta nel mezzo della tua stanza bianca, su una sedia bianca, la tua pelle bianca, schiena dritta. Perché, alla fine, […]

Delle prevedibili paturnie.

E adesso, la paura di avere pronunciato quelle parole. Di averle sentite sbocciare e non averle trattenute, cautamente. Ora che nella sua mancanza, che so quantificare, è contenuto il senso di noi. Ora, ho paura che tutto svanisca come una bolla di sapone che è stata sfiorata per sapere se è vera.  

Dei bivi

Giorni di frenesìa cerebrale. Tirare una riga col gessetto in mezzo al cervello e separare accuratamente i sostantivi trovando le discriminanti. La differenza tra desiderare e volere. La differenza tra flirtare e sedurre. La differenza tra coraggio e incoscienza. La differenza tra esitazione e lassismo. Da che parte stare e perchè starci. Stremante. Oppure, semplicemente, […]

Dei traslochi

Dunque, questa è la mia nuova casa. CrisalideInversa non esiste più. Dovevo cambiare, era giunto il momento. Caroline Kiig è la me che sono diventata, maturando o, comunque, provandoci. Le certezze restano quelle di sempre, il titolo pure. Ringrazio profondamente Sara e il disponibilissimo Beggi per l’enorme aiuto che mi hanno regalato. Da qui si riparte.